BorsinoRifiuti: la startup innovativa che scommette sull’economia circolare

BorsinoRifiuti: la startup innovativa che scommette sull’economia circolare

Borsinorifiuti è la prima piattaforma online in Italia per la disintermediazione dei rifiuti.

Nata nel giugno 2015 e riconosciuta già dopo qualche mese come startup innovativa, BorsinoRifiuti offre un servizio di networking grazie al quale gli utenti iscritti – i produttori di rifiuti (privati, aziende, enti pubblici) e le società che li comprano e li riciclano -, possono far incontrare rispettivamente offerta e domanda.

«BorsinoRifiuti intercetta la necessità di allontanare i rifiuti, controllandone in questo modo la filiera, affinché lo scarto diventi una risorsa e non un problema incombente sull’ambiente» spiega Gian Luca Vorraro, uno dei fondatori della startup di Paderno Dugnano (Mi), di proprietà di Taebioenergy srl. «Vorremmo spingere il mondo verso un’economia circolare, di riutilizzo».

Una realtà aziendale, quella di BorsinoRifiuti, che secondo Legambiente merita di essere incentivata. «L’economia circolare potrebbe essere il volano che può portare l’Italia ad essere la prima della classe e fuori dalla crisi, incrementando tecnologia, innovazione, posti di lavoro e sviluppo», commenta Marco Mancini, dell’ufficio scientifico di Legambiente, che aggiunge «l‘idea dell’Italia come il paese dell’emergenza rifiuti è terminata: sul territorio ci sono le realtà che hanno risolto il problema, che hanno investito e trovato soluzioni».

«Siamo orgogliosi dei successi ottenuti e vorremmo che la nostra realtà si insediasse ancora di più nel territorio», ribadisce l’azienda, «per questo stiamo collaborando con l’Ente Nazionale per il Microcredito: per poter dare concessioni a tassi agevolati ai cittadini che richiedono di attivare i nostri servizi come privati».

[fonte:felicitapubblica.it]